Angelika Vitanza-Lima

Bella Sicilia

Dal traghetto io ti vedo
cosí vicina - non ci credo!
Fra pochi minuti arriverò.
Mi sei mancata - adesso lo so.
Senza di te come l'ho fatto?
Non vedo l'ora di avere contatto
con te, la terra dove son nato.
L'odore tuo - mi è mancato.
 
La prima arrancina già ho mangiato.
Dove sto non ci sono - che peccato!
A casa me ne mangio quanto ne voglio.
Non vedo l'ora di vedere lo scoglio,
il punto nel mare che mi fa sapere
che sono arrivato - che piacere!
Il cuore mio non è più scuro,
e cosí resterà - questo ti giuro!
 
Copyright Angelika Vitanza-Lima - 01.03.08

 

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Angelika Vitanza-Lima.
Published on e-Stories.org on 28.01.2007.

 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Previous title

Does this Poem/Story violate the law or the e-Stories.org submission rules?
Please let us know!

Author: Changes could be made in our members-area!

More from category"Vida" (Poems)

Other works from Angelika Vitanza-Lima

Did you like it?
Please have a look at:

Senza terra - Angelika Vitanza-Lima (Política & Sociedade)
Die Stadt an drei Flüssen - Paul Rudolf Uhl (Vida)
Feelings...❤️ - Ursula Rischanek (Amor e Romance)