Caterina Meier

crescere

Il mondo dei adulti
 
Una mattina mi sono svegliata,

era una mattina qualunque,

per tutti gli altri…

non per me!

Un sentimento di solitudine si apri in me,

un sentimento insolito.

Mi senti strappata dalla mia vita,

mi senti strana.

Non lo so cosa sia successo quella notte,

ma quella mattina non ero più la bimba che ero prima di svegliarmi…

In una notte sono diventata una donna.

 

Era troppo svelto.

senza neanche accorgermi ho fatto il passo più importante della vita.

Senza neanche sapere come, mi sono cambiata.

Senza neanche volere mi sono allontanata.

 

Si mi sono allontanata da tutti i miei amici,

non sono più la ragazzina che ride sempre,

non sono più la bambina senza responsabilità,

ora inizia la vita dura,

ora e finito di sognare!

oramai sono cresciuta e mi devo cambiare.

 

Tutti i miei amici

mi dispiace,

oramai devo andare la mia strada,

non posso più essere una bambina!

mi dispiace!

 

Godetevi la vostra infanzia,

perchè crescerete più svelto da quanto pensate.

E appena siete grandi

avrete la vostra responsabilità!

La vita diventerà una battaglia,

mai potuta essere vinta,

piena di dolori e solitudine,

pero una vita indipendente!

Voi sarete voi stessi!

 

                                                        Perciò godetevi la vostra infanzia!!!

 

All rights belong to its author. It was published on e-Stories.org by demand of Caterina Meier.
Published on e-Stories.org on 17.08.2006.

 

O autor

 

Comments of our readers (0)


Your opinion:

Our authors and e-Stories.org would like to hear your opinion! But you should comment the Poem/Story and not insult our authors personally!

Please choose

Previous title Previous title

Does this Poem/Story violate the law or the e-Stories.org submission rules?
Please let us know!

Author: Changes could be made in our members-area!

More from category"Vida" (Poems)

Other works from Caterina Meier

Did you like it?
Please have a look at:

come il vento - Caterina Meier (Amor e Romance)
Candle of Time - Inge Hornisch (Vida)
that life is such a maze ... - Inge Hoppe-Grabinger (Emoções)